Logo Avis- Linee guida gestione di un'AVIS
Cerca

Gestione di un'AVIS

Gestione di un'AVIS

3. Attività e compiti

3.9 - Il Codice Etico

Cos'è

Il Codice Etico stabilisce l’insieme dei principi e delle regole di comportamento cui devono attenersi i soci persone fisiche (e i soci persone giuridiche, se presenti), gli organi sociali ed i loro componenti, i dipendenti, i prestatori di lavoro temporaneo, i consulenti ed i collaboratori a qualunque titolo, i procuratori e qualsiasi altro soggetto che possa agire in nome e per conto dell’AVIS. Il codice etico si applica anche a tutti i soggetti che, su designazione dell’AVIS, facciano parte di comitati etici, gruppi di ricerca e di lavoro, Consigli di amministrazione di società di capitali o di persone o qualunque altro organo o ente pubblico o privato.

L’AVIS si impegna a portare il Codice Etico a conoscenza di tutti i destinatari, sia interni che esterni l’Associazione, attivando gli opportuni canali di comunicazione.

I destinatari del Codice Etico sono tenuti ad apprenderne i contenuti e a rispettarne i precetti.

Approvazione e vigilanza

Il Codice Etico deve essere approvato dal Consiglio Direttivo e illustrato e condiviso dall’Assemblea Annuale degli associati dell’AVIS Comunale ed è vincolante per i comportamenti di tutti i suoi destinatari e dei terzi che abbiano con l’AVIS rapporti stabili o temporanei o che ricevano incarichi da essa.

Nell’ambito dell’adeguamento del proprio modello organizzativo, l’AVIS Comunale può affidare il compito di vigilare sul rispetto delle regole dettate dal proprio Codice Etico all’Organismo di Vigilanza (O.d.V.), costituito dall’AVIS Provinciale di riferimento, e nominato dal Consiglio Direttivo Provinciale. A tal fine, l’AVIS Comunale comunica all’AVIS Provinciale di voler affidare l’attività di vigilanza all’Organismo provinciale, che provvederà ad informarne il medesimo.

Link utili

Naviga
Skip to content